Biorobotica

ARTIFICIAL HANDS AREA

ALLEGATI

ARTIFICIAL HANDS AREA

L’Artificial Hands Area dell’Istituto di BioRobotica conduce attività di ricerca nei settori della meccatronica e delle interfacce uomo-macchina con l’obiettivo di sviluppare mani e braccia robotiche da impiegare come protesi controllate dal pensiero.
L'area di ricerca è coinvolta in progetti nazionali e internazionali nel settore della robotica cognitiva, dell’interazione uomo-robot, delle protesi neuro-controllate.
I principali filoni di ricerca includono: protesi di arto superioremani robotiche ad elevata destrezza e sensoristica tattile robustadispositivi indossabili e algoritmi per il ritorno sensorialeinterfacce uomo-macchina non-invasive per il controllo naturale della presa e la percezione intuitiva del feedback sensoriale.

Dall'intensa attività di ricerca è nata nel 2009 la spin-off Prensilia, che sviluppa e commercializza in tutto il mondo mani robotiche per la ricerca e l’industria.
L'Artificial Hands Area include al suo interno lo Human Robot Interaction Laboratory (HRI), coordinato dal Dr. Marco Controzzi. Inoltre è coinvolta nelle attività del REPAIR Lab (Rehabilitation Engineering and Prosthetics Applied Innovation & Research), laboratorio congiunto con INAIL - Centro Protesi di Vigorso di Budrio (Bologna).
Il laboratorio di HRI sviluppa robusti sensori tattili artificiali, prototipi di interazione uomo-robot, meccanismi per una sicura ed efficiente interazione tra uomo e robot. Il REPAIR LAb ha invece l'obiettivo di creare un collegamento tra le attività di ricerca e la riabilitazione clinica. 

 

Responsabile scientifico

Tel:  050-883133
 

Pubblicazioni Recenti:


 

Photogallery: